News

Rottamazione quater 2023 : Come fare domanda

La rottamazione quater arrivata alla sua quarta edizione, guarda i carichi affidati all’agente della riscossione dal 2000 al 30 giugno 2022.

La legge di Bilancio per il 2023, all’articolo 1 e unico della legge 197/2022, ai commi da 231 a 249, prevede che, i debiti risultanti dai singoli carichi affidati agli agenti della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 30 giugno 2022 possono essere estinti senza interessi, sanzioni, interessi di mora, o sanzioni e somme aggiuntive, e somme maturate a titolo di aggio.

Si versano solo le somme dovute a titolo di capitale e quelle maturate a titolo di rimborso delle spese per le procedure esecutive e di notifica della cartella di pagamento. Il servizio per presentare la domanda di adesione alla rottamazione quater è attivo dal 20 gennaio 2023, come comunicato dalla stessa Agenzia delle Entrate Riscossione attraverso il proprio sito.

La data di affidamento all’agente della riscossione coincide, di norma, con la data in cui il carico, da intendere come partita, è reso esecutivo, data che è riportata sulla cartella di pagamento nel «dettaglio degli addebiti». Per singolo carico si intende la singola partita di ruolo. La “partita” costituisce l’unità non frazionabile di riferimento per la definizione. Non è possibile definire parzialmente la “partita”, di norma composta da più “articoli di ruolo”, vale a dire i codici di ogni componente del credito recato dalla “partita” .

Il pagamento di quanto dovuto è fatto in unica soluzione, entro il 31 luglio 2023, o nel numero massimo di 18 rate, la prima e la seconda delle quali, ciascuna di importo pari al 10% delle somme complessivamente dovute per la definizione, scadenti rispettivamente il 31 luglio e il 30 novembre 2023; le restanti, di pari ammontare, scadenti il 28 febbraio, il 31 maggio, il 31 luglio e il 30 novembre di ciascun anno a decorrere dal 2024. In caso di pagamento rateale, sono dovuti, a decorrere dal 1° agosto 2023, gli interessi al tasso del 2% annuo. Il debitore manifesta all’agente della riscossione la sua volontà di procedere alla definizione, rendendo, entro il 30 aprile 2023, che slitta a martedì 2 maggio 2023, in quanto il 30 aprile è domenica e il primo maggio è festivo, apposita dichiarazione, con modalità esclusivamente telematiche. 

Entro il 30 giugno 2023, l’agente della riscossione comunica ai debitori che hanno presentato la dichiarazione per la rottamazione quater l’ammontare complessivo delle somme dovute ai fini della definizione, nonché quello delle singole rate, e il giorno e il mese di scadenza di ciascuna di esse. I pagamenti sono considerati regolari, se effettuati con un ritardo non superiore a 5 giorni dalla scadenza. Questo significa che, ad esempio, il pagamento della prima o unica rata in scadenza il 31 luglio 2023, per effetto dei differimenti da calendario, considerato che il 5 agosto è sabato e il 6 domenica, è regolare se sarà eseguito entro il 7 agosto 2023. La rottamazione quater salva anche le precedenti rottamazioni e il saldo e stralcio, anche se queste sanatorie erano decadute, a causa, in particolare, di tardivi od omessi pagamenti

La Consad Pratiche grazie alla presenza di professionisti in sede potranno offrire supporto alla compilazione e richiesta della rottamazione quater.

Contattaci per un appuntamento .


Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *