Pratiche Comunali

Estratto di Matrimonio

Costo del Servizio € 42

Consegna via e-mail in 3 giorni lavorativi

Che cos’è e come fare per richiederlo 

L’estratto atto di matrimonio è un documento, rilasciato dal Comune di appartenenza su richiesta dell’interessato, che attesta il matrimonio celebrato tra due persone; contiene i dati anagrafici degli sposi, la data e il luogo di celebrazione delle nozze più eventuali annotazioni che riguardano il matrimonio.

Rientra nella categoria dei certificati di stato civile poiché riporta i dati personali della persona fisica, annotati sui registri di stato civile del Comune.

Richiedere l’estratto è semplice: basta conoscere il nome, il cognome, la data di nascita di almeno uno dei due coniugi e il luogo del Comune nel quale è stato celebrato il matrimonio.

    Chi può richiedere l’estratto atto di matrimonio?

    I diretti interessati possono richiedere l’estratto in tutti i Comuni italiani ma non devono necessariamente essere i coniugi o i loro familiari.

    Qualunque persona può richiederlo, purché conosca i dati anagrafici di almeno uno dei due coniugi e il Comune in cui è stato celebrato il matrimonio; in alcuni Comuni potrebbe servire una delega degli sposi, accompagnata dalla copia del loro documento di identità o di un altro documento.

    In questo caso Consad Pratiche avrà cura di informarvi sui documenti che devono essere forniti.

    Quali sono le sue caratteristiche?

    L’estratto atto di matrimonio, oltre a contenere i dati anagrafici degli sposi, la data e il luogo di celebrazione delle nozze, riporta tutte le annotazioni definite dall’articolo 69 del DPR 396/2000, che sono direttamente estrapolate dall’atto di matrimonio.

    In genere consistono nell’indicazione del regime patrimoniale scelto tra le parti, come ad esempio la comunione o la separazione dei beni, e l’annotazione di un eventuale divorzio o dell’annullamento del matrimonio stesso.

    Estratto di matrimonio, certificato di matrimonio. Quali sono le differenze?

    È facile confondersi su quale dei due documenti richiedere, perché entrambi riportano nome e cognome dei coniugi, data di nascita degli sposi e data e luogo del matrimonio, ma l’estratto per riassunto dell’atto di matrimonio contiene informazioni maggiori e più specifiche.

    Oltre a quelle finora elencate, l’estratto di matrimonio contiene infatti indicazioni sul regime patrimoniale scelto da marito e moglie (comunione/separazione dei beni), l’annotazione di un eventuale divorzio o dell’annullamento del matrimonio stesso.

    Infine è importante ricordare che l’estratto dell’atto di matrimonio è esente dal pagamento di imposta di bollo.

    Per quanto tempo è valido l’estratto di matrimonio? 

    L’estratto di matrimonio ha una validità di sei mesi su tutto il territorio nazionale.

    Scaduto questo periodo il documento non è più considerato valido perché non sarebbe garantita la veridicità delle informazioni contenute, quindi va richiesto un estratto di matrimonio aggiornato.

    A cosa serve il certificato di matrimonio?

    In genere questo documento viene richiesto per istituire un fondo familiare, è utile per stipulare contratti con le banche (es. mutuo), per mutare il regime patrimoniale tra i coniugi, oppure può servire come documento da esibire in caso di annullamento del matrimonio.

      Cos’è l’estratto dell’atto di matrimonio multilingua?

      In caso di utilizzo per l’estero, l’estratto dell’atto di matrimonio può essere richiesto in versione multilingua e viene comunque rilasciato dal Comune di riferimento compilato con un modello standard, dettato dalla Convenzione di Vienna del 8/9/1976.

      Anche l’estratto di matrimonio multilingua attesta nomi, cognomi, date di nascita dei coniugi, data e luogo del matrimonio, regime patrimoniale scelto e divorzio/annullamento e non necessita di traduzione.

      Il modello così redatto è valido e riconosciuto in tutti i Paesi che hanno aderito alla Convenzione di Vienna del ‘76 ovvero: Argentina, Austria, Belgio, Bosnia-Erzegovina, Francia, Germania, Croazia, Lituania, Lussemburgo, Macedonia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Moldova, Serbia e Montenegro, Slovenia, Spagna, Svizzera e Turchia.

      Anche l’estratto multilingua di matrimonio ha sei mesi di validità, può essere richiesto su tutto il territorio nazionale dall’interessato o con specifica delega accompagnata da copia del documento di identità.

      Cos’è la copia integrale dell’atto di matrimonio? Chi può richiederla?

      La copia integrale dell’atto di matrimonio è il documento più completo che riguarda il matrimonio tra due coniugi, poiché riporta in modo integrale l’atto di matrimonio.

      A differenza dal certificato di matrimonio o dall’estratto dell’atto di matrimonio, contenenti l’attestazione dell’ufficiale comunale sull’esistenza di un documento che attesta il matrimonio tra due persone fisiche, la copia integrale dell’atto di matrimonio è la copia dell’atto di matrimonio ufficiale e indica:

      • generalità del dichiarante (ufficiale di stato civile o ministro di culto che ha celebrato il matrimonio);
      • residenza, cittadinanza e generalità degli sposi e dei testimoni;
      • indicazioni circa lo stato patrimoniale scelto in regime di matrimonio;
      • data delle pubblicazioni affisse nella casa comunale;
      • decreto di autorizzazione al matrimonio;
      • menzione dell’avvenuta lettura degli articoli 143, 144 e 147 c.c.
      • avvenuta dichiarazione degli sposi di volersi prendere reciprocamente in marito e moglie;
      • indicazione del luogo e ora in cui è stato celebrato il matrimonio (chiesa/casa comunale) e, se il matrimonio è cassato, divorzio o annullamento.

      La copia integrale di matrimonio può servire ai fini del riconoscimento di un figlio naturale.

      È importante sapere che in caso di richiesta della copia integrale dell’atto di matrimonio, questa potrà essere rilasciata soltanto agli sposi, persona delegata dagli stessi, o chiunque abbia un interesse giuridicamente rilevante.

      In quest’ultimo caso, nella richiesta dovrà essere indicata la motivazione che subordina il rilascio della copia integrale dell’atto di matrimonio.

      La copia integrale dell’atto di matrimonio potrà essere richiesta e rilasciata a chiunque ne abbia interesse, senza motivazione o speciale delega, solo dopo 70 anni dalla formazione dell’atto di matrimonio.

      Perché richiederlo su Consad Pratiche?

      Noi di Consad Pratiche possiamo farvi ottenere l’estratto dell’atto di matrimonio, rilasciato dal Comune di riferimento, in modo facile e veloce: bastano pochi click e l’ordine verrà messo in lavorazione dai nostri sistemi.

      Inoltre il nostro personale è al vostro servizio con cortesia e professionalità per soddisfare le vostre esigenze.

      In base alle vostre esigenze possiamo consegnare l’estratto via e-mail in formato pdf o, se richiesto, via posta o corriere anche fuori dal territorio nazionale.

      In Sintesi

      • L’Estratto dell’atto di matrimonio attesta la celebrazione del matrimonio civile tra due persone più altre informazioni aggiuntive.
      • Riporta i nomi completi dei coniugi, data e luogo di celebrazione del matrimonio, eventuali annotazioni e regime patrimoniale.
      • Si può richiedere anche l’estratto dell’atto di matrimonio multilingue o la copia integrale dell’atto di matrimonio.
      • Consad Pratiche fornisce il documento ufficiale rilasciato dall’Ufficio di Stato Civile del Comune nel quale è stato celebrato il matrimonio.
      • Si può richiedere il certificato in qualunque Comune presente sul territorio nazionale.
      • Consegna via e-mail a partire da 3 giorni lavorativi.
      • Spedizione via posta/corriere anche fuori dai confini nazionali.
      • Assistenza clienti via telefono, email, chat, whatsApp.

      Dubbi, Domande?

      Inviaci una e-mail e risponderemo a tutti i tuoi quesiti in modo appropriato e in poco tempo.

      *